Avanti march, a tutta betoniera

by
da Pavia, Giovanni Giovannetti

Ora hanno fretta. In vista della scadenza del contratto offerto nel 2009 all'architetto Angelo Moro, il 18 ottobre – e non prima – il Comune ha finalmente bandito il nuovo concorso: le domande andavano presentate entro il 4 novembre; le prove sono fissate tra l'11 e il 28 novembre. Dal 18 ottobre al 4 novembre si contano 17 giorni, mentre «Le domande di ammissione al concorso – recita l'art. 4, comma 1 Dpr 9 maggio 1994 n. 487 – devono essere indirizzate e presentate […] entro il termine perentorio di giorni trenta dalla data di pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica», ovvero a partire dal 25 ottobre, solo dieci giorni prima della scadenza. L'obbligo della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è infine ribadito da una sentenza del Consiglio di Stato (16 febbraio 2010 n. 871), in aggiunta – e non in alternativa – alla pubblicazione del bando all’Albo Pretorio e sul sito internet comunale: vale a dire, una «necessaria integrazione, attesa la facoltà del Comune di pubblicare in Gazzetta Ufficiale solo l’estratto con gli estremi del bando e la data di scadenza della domanda».
È solo incapacità o c'è dell'altro? In un commento su questo blog, il responsabile CUB Pubblico impiego nonché funzionario comunale Vito Sabato se possibile rincara la dose, alludendo a persone che avrebbero favorito «allegre» ruberie per «centinaia e centinaia di milioni» trovando poi vergognoso riparo «sotto l'ala protettrice di alcuni politici non meno lestofanti di loro»; accennando ad «attestazioni false» di «requisiti culturali e conoscenze che non esistono neanche nella più sfrenata delle fantasie»; a curriculum di persone che si attribuiscono «lavori altrui»; all'«incompetenza di certi dirigenti comunali per le bestialità che sono capaci di combinare, sempre ammantati da qualche potente»; a 143.000 euro «che proprio l’altro ieri uno di questi dirigenti voleva regalare ad una ditta»; a ordinanze scopiazzate «di qua e là, senza nemmeno rendersi conto di quel che copiava».
A fronte dei palesi illeciti, sembra che alcuni al Mezzabarba si siano responsabilmente espressi per il ritiro del discusso bando comunale. Non la vede così il commissario politico del sindaco nonché assessore a tutto Luigi Greco (molto attivo, è anche sospettato di aver fatto da prestanome a Carlo Chiriaco, rinviato a giudizio per concorso esterno in associazione mafiosa): fedele alla linea abelliana del negare l'evidenza "costi quel che costi", l'ex autista del Faraone ha negato il ritiro, smentendo colleghi e collaboratori, ed esponendo così il Comune all'ennesima prevedibile grana giudiziaria. Delle due l'una: o passano dove l'acqua è bassa ammettendo gli errori e le omissioni denunciate dalla Cub e dalla lista civica Insieme per Pavia, o ancora una volta dovranno fare fronte alle conseguenze penali dell'inevitabile denuncia .

2 Risposte to “Avanti march, a tutta betoniera”

  1. utente anonimo Says:

    Ma avete letto le incredibili dichiarazioni rilasciate alla provincia dal Sndaco? Quando non sanno cosa dire si arrampicano sugli specchi, come i fanciulli beccati con le  mani nella marmellata.
    Cattaneo ha detto in sintesi che sono stati costretti a comportarsi come hanno fatto per la ristrettezza dei tempi.
    Oh bella!!! ma perchè Cattaneo non spiega invece per quali sconosciuti motivi hanno annullato il concorso del 2008? Se avevano tanta fretta perchè non hanno fatto quello? la risposta la conoscono tutti, no?
    Ma è possibile che la classe politica che di volta in volta ci governa sia sempre peggiore di quella precedente?
    E pensare che si è fatto un gran parlare di questo sindaco come persona dalla faccia pulita e come di un giovane capace di segnare la discontinuità con la vecchia classe politica. L'ho sempre sostenuto, non è questione nè di età nè di sesso, è sotanto una questione di trasparenza e di onestà intellettuale.

  2. utente anonimo Says:

    Sig. Sindaco, non insulti la ns. intelligenza!!!!!!! non basta avere una faccia pulita come la sua e dichiarare di essere trasparenti!! Sono i fatti quelli che contano. Non ho sentito da parte sua, un'analisi dei fatti contestati, ed una eventuale puntuale smentita  solo le solite frasi "alla Berlusconi": "si butta fango…. ecc. ecc.". Tutti in comune hanno sempre saputo di volta in volta in anticipo a chi era destinato un posto piuttosto che un'altro….. Si conosceva in anticipo il nome di chi sarebbe stato nominato all'ufficio traffico (diversi mesi prima) chi sarebbe andato all'istruzione (l'avete voi dichiarato addirittura ai giornali) ed ora per chi é quel posto da dirigente bandito in modo così poco chiaro. Non mi sambra che Sabato voglia colpire la classe dirigente ma la classe politica responsabile come sempre di favoritismi, di occupazione delle istituzioni per assicurarsi in ogni momento di avere l'uomo giusto al posto giusto.
    Sig. Sindaco non fate lo stesso errore della passata giunta Capitelli che ha sottovalutato per troppo tempo le segnalazioni di evidenti abusi perpetrati ai danni dell'Amministrazione e ne ha poi pagato le conseguenze. Non  dimentichi che le segnalazioni di Sabato, tutte provate, hanno portato a condanne inflitte agli indagati……. Buon lavoro!!! e mediti sig. Sindaco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: