Libers…

by

di Leonardo Zanier

cuant ch’i vevi il fuscîl
i vevi nemîs
ma lu vevi tolet
par dopo cambiâlu
cu la cjaça
par no jessi obleât
a trai
su chei ch’a mi samèin
no si podeva spietâ
nûts

in chê vôlta i sbaravi
e i speravi
e i podevi preâ
ma no vevi bisugna
i fevelavin di dopo
i volevin judâ i oms
a jessi oms
e no caricaturas di oms
e jessi fradis
a volê il ben
e i crodevin tal ben
lu volevin

parcè che una femina
bessola
e i fîs cença pâri
e nô cença afiets
e cença lavôr
e cença sperança
nol è ben

quando avevo il fucile
avevo nemici
ma lo avevo preso
per poi cambiarlo
con la cazzuola
per non essere obbligato
a sparare
su quelli che mi assomigliano
non si poteva aspettare
nudi

allora sparavo
e speravo
e potevo pregare
ma non ne avevo bisogno
parlavamo
di dopo
volevamo aiutare gli uomini
a essere uomini
non caricature di uomini
a essere
fratelli
a volere il bene
e credevamo nel bene
lo volevamo

perché una donna
sola
e i figli senza padre
e noi senza affetti
e senza lavoro
e senza speranza
non è bene

Leonardo Zanier
LIBERS… DI SCUGNÎ LÂ – LIBERI… DI DOVER PARTIRE – LIBERS… DE DOVOIR PARTIR, Effigie
a settembre in libreria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: