A scuola da Lamberti

by

La lista Progetto civico di Nicola Lamberti stravince le elezioni a Borgarello in provincia di Pavia, piccolo paese di 2.500 abitanti chiamato a misurarsi col progetto di un invasivo mega Centro commerciale devastante per economia e territorio. Stravince dicendo NO all’ecomostro; stravince indicando una chiara alternativa civica entro una prospettiva ambientalisticulturale per il futuro del territorio.
Lamberti si afferma rivendicando autonomia da partiti e lobbies pro o contro questo o quello, intercettando elettori anche a destra e trovando sintonie in partiti e movimenti (Partito democratico, Sel, Rifondazione, Cinquestelle fra gli altri) che – abbassate alcune stanche e non sempre linde bandiere – nel sostenerlo hanno rinfrancato questa radicale svolta rigenerativa, destinata a riverberarsi ben oltre i confini del piccolo comune padano. Una chiara indicazione culturale, morale e politica anche per la città capoluogo, alla vigilia delle elezioni amministrative 2014. (G.G.)

Annunci

Tag:

Una Risposta to “A scuola da Lamberti”

  1. Claudio Elazar Lazzaro Says:

    Nicola Lamberti ha vinto non solo contro chi vorrebbe mettere ”le mani sulla città” ma anche contro chi vorrebbe fare merce di scambio del luogo dove vive, barattandolo con ”la promessa da marinaio” di un posto di lavoro o di un ”affare” … Nicola Lamberti ha vinto contro chi mitizza un bagno in piscina, un incontro al centro congressi o una serata al ristorante ”la piazzetta” (surrogato artificiale della piazza reale presente in ogni centro commerciale) o al cinema multisala dimenticando il prezzo da pagare per avere servizi di questo tipo sul nostro territorio in quanto gli stessi servizi già li abbiamo a disposizione nelle vicinanze e quindi i nostri ”cloni” di servizio dopo l’entusiasmo iniziale potrebbero nel tempo diventare obsoleti.
    Ricordiamoci che quando i servizi non avranno piu’ motivo di esistere rimarrà solo del cemento …. una interminabile spianata di inutile cemento in mezzo alla campagna che devasterà per millenni il nostro territorio.
    Nicola Lamberti in barba a questa Cultura da Supermercato bye passando la filosofia pecoreccia del ”cotto e mangiato” e invitando gli elettori a ritornare a pensare con la propria testa individuando i bisogni ”veri” , ha portato avanti la sua campagna elettorale tirando dritto senza guardare in faccia a nessuno ed ha vinto salvando Borgarello dai rapaci e proteggendo il quieto vivere delle generazioni future.
    Parlare del Centro Commerciale quindi è ovviamente doveroso, ma davanti alla svolta epocale del 27 Maggio 2013 effettivamente l’argomento diventa riduttivo in quanto trattasi realmente come dice Giovannetti di una svolta culturale, morale e politica !!!! Siamo cambiati radicalmente e considerando che tutto ciò è contagioso unito alla breve distanza …. Pavia è a forte rischio di contagio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: