La famiglia

by

da Pavia, Giovanni Giovannetti

Parentopoli in Asm? Parentopoli ovunque. Ai figli di fascia “A” come Luca Filippi o a “trombati” eccellenti come Alberto Pio Artuso e Francesco Rocco Del Prete – un tale «nella piena disponibilità» del capo della ‘Ndrangheta lombarda Pino Neri – subito una sistemazione nel Cda di Asm o in Asm Lavori. Per i figli di un padre “minore” (i consiglieri comunali Irianni, Maggi e Guerini), bastino alcune pubbliche ben remunerate consulenze o lavoretti. Le mogli trovano invece posto al Teatro Fraschini, all’opera nel far di conto o nel Cda, e non tra il pubblico pagante in platea.

Cda della Fondazione Teatro Fraschini: per una signora che lascia (Daniela Barbieri in Irianni) eccone subito un’altra entrare. Si tratta di Amarillide Sempio in Chirichelli (Lega Nord), da ieri remunerata revisora dei conti dello storico teatro pavese: e sono 20.000 euro ben accetti, a integrazione o compensazione di un bilancio famigliare senza più le pubbliche diarie a forfait o le carte di credito aziendali su cui per anni ha lucrato silenzioso suo marito, il presidente di Asm Giampaolo Chirichelli. La verdecamuna Amarillide (un nome bellissimo) sale in proscenio per disposizione del sindaco Alessandro Cattaneo reduce da Ballarò, un gesto gradito e plaudito dal chiacchierato coniuge (due esposti in procura lo accusano di peculato e altro). Il sindaco “formattattore” ha poi riconfermato nell’incarico Monica Migliorini, compagna dell’amico dei mafiosi Ettore Filippi (l’ex vicesindaco di centrosinistra, ora col centrodestra) a sua volta bullonato alla cadrèga nel Cda dell’ospedale San Matteo.
A proposito di chiacchierati: in Cda del Fraschini, fra gli altri entra tale Luciano Lepri (un informatore medico-scientifico al capezzale del Teatro?), su indicazione di Valerio Gimigliano e Dante Labate. Labate, consigliere comunale, lo ricorderemo amico e socio in affari del capo della ‘Ndrangheta lombarda Pino Neri, quest’ultimo condannato in primo grado a 18 anni di reclusione per associazione mafiosa (quanto a Carlo Chiriaco – 11 anni in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa – per lui Labate «è come un fratello»).
Gimigliano è quell’altro consigliere comunale in sodali rapporti con Neri e Chiriaco (secondo Chiriaco, Gimigliano deve a lui l’incarico nel Cda dell’Azienda servizi alla persona). Insieme al collega consigliere comunale Carlo Alberto Conti, nel 2008 Gimigliano definì superflua l’introduzione di norme antimafia nel Piano di governo del territorio.
Infine Luciano Lepri. Stando alle carte dell’operazione antimafia Infinito, nell’autunno 2009 qualcuno avvertì Chiriaco di stare in campana, perché il suo telefono era sotto controllo. E infatti a pagina 3283 delle Richieste antimafia si legge che il 16 novembre 2009 «a bordo del veicolo in uso a Chiriaco Carlo» veniva captata una conversazione tra l’ex direttore sanitario dell’Asl pavese e la sua commercialista, alla quale l’odontoiatra confidava di sapere «che qualche organismo investigativo eseguiva delle mirate attività di intercettazione telefonica sul suo conto a causa della sua partecipazione al ricovero presso strutture ospedaliere pavesi di soggetti calabresi in stato di latitanza: “mi ha detto coso che ho il telefono sotto controllo, che avevo il telefono sotto controllo tre mesi fa. Perché venivo sospettato di essere in Questura quello che fa ricoverare i mafiosi”».
E chi è “coso”? In una conversazione del 17 novembre 2009 «Chiriaco ha riferito che a fornire la notizia delle indagini era stato tale Lepri Luciano». Lepri lo conoscono in molti. Manager della Fedegari (settore autoclavi per strutture sanitarie) è stato consigliere comunale di Forza Italia al Comune di Pavia dal 1999 al 2005 (sindaco Albergati, centrosinistra) poi assessore alla sicurezza, polizia locale e protezione civile presso il Comune di Albuzzano, paese che da qualche anno vede, guarda caso, un impetuoso sviluppo urbanistico, compreso l’annuncio dell’ennesimo mega-centro commerciale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: