Immaginate una gran bella Pavia

by

di Marco Bonacossa

Guardate Pavia e vedrete una bella città, con la sua storia e i suoi monumenti. Ora guardatela con attenzione e vedrete che forse ci sono troppe auto che circolano per il centro storico, marciapiedi rotti, strade con le buche e sporcizia. Vedrete strisce pedonali poco dipinte, a tratti scomparse, poco verde e tanto inquinamento. Vedrete una città rovinata dalle scritte sui muri, nonostante l’operazione mediatica che la giunta ha messo in piedi con pennello e vernice. Fate un giro tra Corso Cavour, Strada Nuova e Corso Garibaldi, fate un giro nelle periferie e vedrete molte vetrine di negozi che hanno chiuso, perché la crisi oltre alle carissime tasse comunali li hanno strozzati. Fate un giro tra le periferie, ma non lo fate di sera, perché l’illuminazione è davvero scarsa. Fate un giro al Rione Scala, al Vallone, a Montemaino, a Fossarmato, al Crosione, in Borgo e vedrete che dove c’era vita ora c’è il buio e la noia. Vedrete che mancano biblioteche e centri per i giovani. Ripensate a quando ci siamo svegliati una mattina del luglio 2010 e ci hanno detto che c’era la ‘ndrangheta, che ha portato alla condanna in primo grado di Chiriaco e Pino Neri. Guardate Pavia e vi accorgerete che con la chiusura della Merck Sharp&Dohme anche il settore industriale sta ormai scomparendo. Guardate al Piano di Governo del Territorio e vedrete che la giunta Cattaneo e la sua maggioranza vogliono permettere devastazioni in centro storico consentendo anche la realizzazione di parcheggi sotto i monumenti e la cementificazione dei giardini all’interno dei palazzi.
Ora guardate al futuro. Immaginate una città più bella, più verde, più sicura, meno inquinata, dove il turismo e lo sviluppo delle intelligenze universitarie siano il traino dell’economia cittadina, dove i giovani non siano costretti a doversi rinchiudere in un locale per giocare alle slot machines ma possano avere i loro spazi. Immaginate le periferie riqualificate: con più negozi e meno centri commerciali, con più servizi e illuminazione, immaginate un comune che stanzia un microcredito per qualunque giovane o persona adulta che abbia perso il lavoro che voglia intraprendere un’attività, immaginate che non ci siano case popolari da assegnare perché ogni pavese che ne abbia diritto ci abiti già. Immaginate una gran bella Pavia.

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: