Donna libera

by

Lei davvero se ne voleva andare, e ora se n’è andata. Era già partita in quel lontano 1946, quale promessa sposa di un soldato yankee. Tempo sei mesi e si maritò: non quel soldato; sposò un “compaesano” della Pieve – stesso paese, stesso cognome – un italo-americano di seconda generazione tanto gentile quanto digiuno della lingua materna.
Partendo, Giuliana aveva lasciato dietro di sé la stagnazione della Toscana contadina al crepuscolo. Abbandonare la terra le servì anche ad allargare i propri orizzonti, a rendere dinamica la vita, a lasciarsi alle spalle la prospettiva di una vita già nota nella sostanza, conservativa, e tale da secoli, con varianti minime. Non era per lei.
«Giovanni At 6 29 am my mother passed away in her sleep. I was at her bedside», scrive stamane mio cugino. Condoglianze Jim, Henry, Roger. Come se fossi lì insieme a voi a salutarla per questo suo viaggio.

Giuliana è la prima a destra in questa foto del 1942

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: