Dieci

by

da “Scuola aperta”

A seguito del Consiglio Comunale aperto del 26 gennaio, vogliamo porre 10 domande all’Assessore Cristiani. Confidiamo nella sua volontà di dar seguito a quella apertura al dialogo e al confronto annunciata proprio in Consiglio Comunale, rispondendo in modo esaustivo, puntuale e per iscritto, a queste domande.

1– Possono essere resi espliciti i criteri che determinano i punteggi delle graduatorie della scuola materna e quali sono le differenze che dovrebbero penalizzare i non residenti, rispetto agli anni precedenti?

2– Sono state valutate con i comuni limitrofi a Pavia, soluzioni alternative al depotenziamento delle scuole materne comunali e alla conseguente penalizzazione dei cittadini non residenti, fosse anche con la richiesta ai comuni limitrofi di un contributo economico proporzionale al numero dei loro abitanti che usufruiscono dei servizi offerti dalla città di Pavia?

3– Quali sono state le richieste portate dall’Amministrazione Comunale nei confronti dell’Ufficio Scolastico Regionale, quali sono state le risposte e quali sono state le prese di posizione dell’Amministrazione rispetto al rifiuto dello Stato di farsi carico dei costi delle scuole materne.

4– Quali altri capoluoghi lombardi che presentino la medesima situazione pavese (Bergamo, Varese, Brescia, Cremona) – ossia di compresenza di scuole materne comunali e statali – sono stati contattati al fine di fare rete per far emergere con maggiore vigore a livello regionale o magari anche statale, la contraddizione di uno Stato che penalizza i comuni che investono nelle scuole materne ma al contempo non se ne fa carico rilevandone in carico la gestione?

5– È stata vagliata la possibilità di far slittare il personale dell’asilo nido verso la scuola materna per poter assumere personale in asilo nido?

6– È stata vagliata la possibilità di far fronte al reintegro del personale amministrativo comunale che andrà in pensione con le risorse umane che arriveranno dagli esuberi della Provincia, liberando così di fatto altri posti per le assunzioni di educatori e maestre?

7– È stata presa in considerazione la possibilità di accogliere comunque i 3 anni il prossimo anno nelle scuole Muzio e Malcovati, a fronte di eventuali posti liberi nelle 2 classi verticali che si andranno a formare, fino al raggiungimento di 50 bambini complessivi, garantendo quanto meno la continuità a quei bambini che frequentano i nidi di zona o a chi ha già fratelli che frequentano lo stesso polo educativo? Verranno accolti nelle scuole Muzio e Malcovati eventuali bambini di 4 e 5 anni che volessero iscriversi?

8– È stato calcolato quando si presume si dovrà verificare la prossima razionalizzazione dei servizi dedicati all’infanzia a causa del progressivo inevitabile ridursi del personale comunale e si è già fatta una previsione di quali altre sedi sono candidate ad essere depotenziate?

9– Il piano presentato dall’Amministrazione, che prevede la collaborazione tra sistema comunale e sistema statale, è un progetto della durata di un anno (come affermato nel Consiglio Comunale aperto) o un percorso destinato a durare nel tempo?

10– Quali sono i prossimi passi concreti che l’Amministrazione intende mettere in atto per favorire la partecipazione e la trasparenza nei confronti dei cittadini, al fine di evitare il grave problema di mancanza di comunicazione e di condivisione che ha segnato l’intera vicenda della “razionalizzazione” dei servizi educativi rivolti all’infanzia? Quando ci rivediamo?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: