Bananopoli

by

L’edizione odierna de “La Provincia Pavese” riporta una beve nota della pur brava Maria Grazia Piccaluga sulla querela per diffamazione a mio carico (la numero 27) da parte dell’ex sindaco Alessandro Cattaneo «in qualità di rappresentante pro tempore del Comune di Pavia» (parte offesa sarebbe il Comune…) per un articolo del 5 agosto 2013 non sulla contaminazione mafiosa della sfera pubblica come lascia intendere la nota del quotidiano locale, ma sui cospicui premi di risultato spudoratamente elargiti a dirigenti comunali coinvolti in scandali urbanistici e ora a giudizio.
E indubbiamente offensivo parrebbe il passo citato da Maria Grazia così come viene riproposto («secondo la cosca Cattaneo del mandamento pavese, i picciotti Moro e Grecchi hanno fatto centro in pratica su tutto. Baciamo le mani») emendato delle parole che precedono e seguono: «Parafrasando Mario Puzo, secondo la cosca Cattaneo del mandamento pavese, i picciotti Moro e Grecchi hanno fatto centro in pratica su tutto, così da ricevere una indennità che non potranno rifiutare… Baciamo le mani» e dunque parafrasi, ironica e romanzesca, del Padrino in una fantomatica città che ho chiamato Bananopoli e non Pavia, poiché nella città capoluogo non si registrano illeciti urbanistici, né tanto meno infiltrazioni mafiose; e mai il sindaco della nostra ridente cittadina accetterebbe inviti a pranzo o cena da mafiosi apicali reduci da nove anni di galera per narcotraffico. “Corrispondenza” da Bananopoli dunque, là dove si premia non chi opera nel pubblico interesse ma taluni intrepidi sottoscrittori delle false certificazioni del Cravino o certi temerari, sorpresi ad avallare lottizzazioni abusive in pieno parco della Vernavola o a Punta Est. Su mandato di chi? (G. G.)

La nota di Maria Grazia Piccaluga

Cattaneo querela Giovannetti. Il blogger a giudizio

L’ex sindaco contro il blogger. Alessandro Cattaneo querela per diffamazione Giovanni Giovannetti che ieri mattina è comparso davanti al giudice del Tribunale di Pavia Daniela Garlaschelli. Il processo però è stato rinviato al 10 luglio. Cattaneo, assistito dall’avvocato Filippo Zaffarana, si scaglia contro il contenuto del blog “Direfarebaciare” in cui tra le altre cose, si legge «secondo la cosca Cattaneo del mandamento pavese, i picciotti Moro e Grecchi hanno fatto centro in pratica su tutto. Baciamo le mani». I difensori di Giovannetti, gli avvocati Franco Maurici e Sabrina Tavazza, hanno però presentato una doppia eccezione sulla regolarità della querela: presentata da Cattaneo in quanto rappresentante del Comune di Pavia ma citato come persona nel decreto di citazione. (m.g.p.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: