Profughi a Stradella

by

Centro di smistamento e accoglienza di profughi. Questa lettera è stata consegnata al Prefetto di Pavia Erminia Cesari. «Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi Paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio Paese» (art.13, 2° comma dalla Dichiarazione universale dei Diritti umani) e «Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni» (1° comma dell’ art. 14): «Non è accettabile che si organizzino manifestazioni pubbliche al fine di negare l’attuazione dei diritti citati, e allo scopo pratico di intimidire e disprezzare i pacifici cittadini che si rendono disponibili ad un’accoglienza che fa onore alla nostra provincia e alle sue città».

Si apprende dalla stampa locale che a Stradella sono stati accolti i primi profughi, giunti da Bangladesh e Costa d’Avorio, su indicazione della prefettura di Milano e con il coordinamento della Prefettura di Pavia e la partecipazione del Comitato provinciale della Croce Rossa di Pavia.
Si esprime vivo apprezzamento per l’iniziativa e si ritiene molto positivo che codesta Prefettura assicuri e coordini l’impegno di questa Provincia ad accogliere, sia in un centro di smistamento come quello di Stradella in oggetto, sia in altre strutture e località, persone che per cause di forza maggiore, come eventi climatici catastrofici, guerre e rivolgimenti politici di gravi proporzioni si sono viste minacciate e costrette a lasciare il proprio Paese.
Sappiamo che i profughi sono da ricevere con benevolenza nel rispetto delle libertà e dei diritti umani fondamentali enunciati nel 1948 dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU, secondo la quale «Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio Paese» (art.13, 2° comma) e «Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni» (1° comma dell’ art. 14), come chiede l’articolo 10 della Costituzione della Repubblica. Non ci è noto per quali cause questi rifugiati siano giunti qui, ma siamo convinti che il Governo italiano nella sua saggezza possa e debba fare tutto quanto è in suo potere per rendere effettivi i predetti diritti, e che i cittadini possano liberamente collaborare a ogni azione in tal senso.
Non si può peraltro sottacere che eventuali contestazioni e opinioni negative circa questa azione del Governo gettano ombre miserabili sulla disponibilità all’accoglienza di profughi da parte del popolo italiano e della popolazione di questa provincia in particolare, e sul rispetto dei diritti umani che deve invece rappresentare un atteggiamento condiviso e solidale nei confronti di persone bisognose di sostegno e conforto. Si confida a tal proposito che la Questura di Pavia valuti con chiarezza e serenità le ragioni e la moralità di eventuali manifestazioni, occupazioni di luoghi pubblici o cortei che intendano protestare contro le iniziative poste in essere dal Governo per l’accoglienza riservata ai profughi e che siano richieste e organizzate da formazioni e gruppi politici dichiaranti come ideali l’intolleranza, il razzismo e il non rispetto dei diritti umani. Non è accettabile a nostro avviso che si organizzino manifestazioni pubbliche al fine di negare l’attuazione dei diritti citati, e allo scopo pratico di intimidire e disprezzare i pacifici cittadini che si rendono disponibili ad un’accoglienza che fa onore alla nostra provincia e alle sue città.

SEL Circolo di Pavia
Rifondazione Comunista Pavia
Insieme per Pavia

Pavia, 13 agosto 2015

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: