Depaoli, uno di noi (atto secondo)

by

La richiesta al Prefetto di moratoria sugli sfratti per morosità incolpevole e il bilancio partecipato sono scelte di buon senso operate dalla Giunta Depaoli (la povertà in Lombardia è intanto cresciuta del 9 per cento: quasi 600mila le persone in difficoltà). La moratoria più che un’opzione è ormai scelta obbligata, e semmai tardiva, poiché ottanta famiglie pavesi sono a un passo dal finire in mezzo a una strada. Quanto al bilancio partecipato, la sola idea che venga in parte gestito dai cittadini, dopo anni di ruberie, non può che ingenerare buonumore: “solo” 900mila euro, la metà di quanto l’Antoniazzi ha ladrato ad Asm tra il 2012 e il 2014; due terzi di quanto era costata nel 2006 la farlocchissima prima edizione del Festival dei Saperi, quel pubblico denaro in buona parte andato a postuma compensazione dei costi della privatissima campagna elettorale di Piera Capitelli (tipografia Nuova Ata di Genova… Wam&Co di Stefano Francesca, poi incarcerato a Genova… Digis di Campochiaro nel Molise… ecc.). Davvero altri tempi. Fra l’altro, moratoria sugli sfratti e bilancio partecipato erano stati due punti fermi del programma elettorale di Insieme per Pavia, così come i mercatini di quartiere. (G. G.)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: