Da ciascuno il suo

by

A Flavia Fulvio, amica e donna per la quale nutriamo profondo e sincero rispetto, a lei, minacciata e offesa, va la nostra più ampia solidarietà.

Flavia è venuta a conoscenza di potenziali illeciti nella raccolta firme per la presentazione di due liste, Lista San Genesio e L’alternativa per San Genesio, alle imminenti elezioni e ha fatto quello che chiunque, tanto più se espressione delle Istituzioni, deve fare: è andata in Procura e ha denunciato.
Per questo Benedetto Loffredo, consigliere comunale a San Genesio e segretario cittadino della Lega Nord, le ha rivolto parole infami: «Se eri in mezzo alla tua gente ti avevano già gambizzata, piccola, bassa, brutta, cattiva… insomma una ragna schifosa! Dovresti trovare qualcuno che te ne dà tante da farti fare 3 mesi di trauma, troia di merda! Sei talmente brutta che nessuno vuole neppure usarti come carta igienica».
Nessuno dalla Lega ha condannato il miserrimo pensiero di questo signore, peraltro non nuovo a ignobili sparate: nel 2014, ispirandosi alla segregazione razziale, annunciò: «sorveglieremo che gli stranieri non vadano nei nostri negozi e in mezzo alla nostra gente».
Basta, la misura è colma! Questo razzismo, questo sessismo, questo linguaggio mafioso non devono più insozzare il nostro territorio!
Molti dei leghisti pavesi sono ormai la faccia peggiore del partito di Salvini.
Il capogruppo al Senato, Gian Marco Centinaio, ha paragonato l’omosessualità all’odiosa pratica della zoofilia.
Il Sindaco di Mortara, Marco Facchinotti, e la sua giunta, hanno letteralmente cacciato dal campo comunale la squadra composta da ragazzi richiedenti asilo perché «noi non vogliamo persone con uno status ibrido sul nostro campo».
Ma la Lega a Pavia e dintorni è molto di più. Ci sono quelli con le amicizie giuste, quelli che sguazzano nelle vicende più torbide che hanno umiliato la nostra città.
L’ex candidato sindaco nel 2000 ed ex presidente Asm Pavia (2009-2015) in quota Lega ladrona, Giampaolo Chirichelli, finito in carcere nello scandalo milionario di Asm, è accusato di aver intascato illegalmente centinaia di migliaia di euro.
E come dimenticare il flirt di un altro consigliere sangenesino, nonché regionale, “mister 18.910 preferenze” Angelo Ciocca, con il reggente della ‘Ndrangheta lumbàrda Pino Neri già all’epoca condannato per narcotraffico? Certo, Ciocca è stato solo lambito dalle inchieste giudiziarie, ma i due si conoscevano e si frequentavano (il boss chiamava il leghista «Angelo» e lo definiva un suo «amico»), come documentato in un video della Polizia che riprende Ciocca in compagnia del padrino, di Antonio Dieni e di Rocco Del Prete.
Non ci sorprende che da questa melma non si levi alcuna voce in difesa di Flavia Fulvio. Il Sindaco leghista di San Genesio, Cristiano Migliavacca, tace; d’altronde anche lui in più occasioni ha attaccato e offeso Flavia attribuendole la «sindrome di Calimero».
Il candidato Giacomo Mantovani, della stessa lista, si spinge oltre e plaude alle disgustose parole di Loffredo con un «sei andato troppo leggero» suscitando il godimento social a colpi di faccine divertite del lestofante.
Di fronte a questa barbarie auspichiamo un risveglio dal torpore civico, una reazione della città. E ci auguriamo che anche i cittadini leghisti alzino la voce contro questa schifezza che umilia e ferisce tutti. Flavia è donna, mamma e moglie, e dobbiamo essere al suo fianco per dare un senso alle tante parole di condanna della violenza contro le donne. Ma Flavia è anche una straordinaria espressione della migliore Politica del nostro territorio e dobbiamo difenderla anche in nome di un quanto mai necessario riscatto cittadino contro chi impunemente umilia le nostre Istituzioni.
Per questo venerdì 3 giugno saremo a San Genesio per la festa di chiusura della campagna elettorale organizzata dalla lista Insieme Uniti di cui, seppur non candidata, Flavia è parte integrante.

Edoardo Gandini (Green Italia)
Giovanni Giovannetti (Insieme per Pavia)
Mimmo Damiani (La Piazza e il Ponte)
Carmen Silva (membro attivo di varie organizzazioni del Terzo settore)
Paolo Ferloni (Insieme per Pavia)
Walter Veltri (Insieme per Pavia)

Advertisements

7 Risposte to “Da ciascuno il suo”

  1. luigi camillo molina Says:

    Non conosco personalmente la Signora Flavia Fulvio nè il ruolo che occupa e svolge in Comune a San Genesio. Credo comunque che a lei vada la totale solidarieta’ da ogni persona che debba ritenersi corretta nei rapporti e rispettosa dell’altrui dignita’. Per il solo fatto che e’ donna, mamma e moglie. Soprattutto quando la dignita’ di questa come di altre donne viene impunemente … ” intaccata ” dalle parole di un caprone bavoso ed illetterato. Ritengo che il silenzio possa costituire la migliore risposta.

  2. Anonimo Says:

    Non so più se questo individuo è un esempio di fascioleghismo o se è affetto da qualche disturbo del comportamento. Probabilmente, si tratta di una miscela esplosiva tra le due cose.

    “la corte dei miracoli sta prendendo piede , le due zingare di merda stanno bene insieme!!! sta pür sicur che in sal to marciapè ad merda ag pasî no…”

    “magari qualcuno puo avere il cognome del padre, magari qualcuno della madre, io so solo che tu hai il cognome di un figlio di puttana… È magari sei una grande puttana come tua madre.”

    “certa gente assomiglia a chi gestiva i bordelli nella malfamata londra di fine 800… Certa altra gente assomiglia a chi lavorava in quei bordelli , ed altra ancora assomiglia agli accattoni che stavano fuori a chiedere l elemosina”

    Questi sono solo alcuni dei commenti farneticanti indirizzati a due donne di San Genesio, come Flavia.

    In più, l’infame Loffredo si è fatto beccare dalla Questura dopo aver buttato escrementi sulla porta di ingresso di una delle due malcapitate. Ha pagato una multa e la vittima ha ritirato (ingenuamente) la querela.

    Per quanto riguarda la schifezza che ha perpetrato a mio danno, oltre a una doverosa denuncia nei confronti di un essere così squallido, mi auguro che non mi accada di incontrarlo casualmente in città. Perchè la merda, quando la pesti, ti imbratta sempre le scarpe. E Loffredo è una merda sub umana davvero grossa.

    Vito

  3. Anonimo Says:

    Contro l’ignoranza e la maleducazione non c’è niente da fare.
    La questione che lascia perplessi il torpore in cui vive la nostra società senza reagire a fatti di tal genere.
    Povera umanità che brutta fine sta facendo.

  4. roger Says:

    Che poi, per di più, comunque abbiano a star le cose, che oltre al Chiriaco, anche l’avvocato – “delle mie calzette rosse (tanto per attingere ad una citazione relativa a musiche e a testi della più evidente indole consumistica)” – Pino Neri (condannato a ben 18 anni di reclusione) abbia a trovarsi semplicemente agli arresti domiciliari (per solo ipotetiche, presunte, supposte o eventuali patologie psichico-organiche delle quali – sono ben più che propenso a dover ritenere -, io stesso, che provengo, giustappunto, da un oltremodo nutrito numero di pessime e, soprattutto, volutesi indurre del tutto intenzionalmente, esperienze medicali, potrei senz’ombra di dubbio riuscire a verificarne l’effettiva sussistenza o meno), potrebbe costituire la riprova più effettiva ed efficace che, le mie quanto mai intuitive propensioni al dover reputare abbia ad esservi una ben più che copiosa e consistente infiltrazione massonico – ‘ndranghetista all’interno delle più disparate istituzioni statuali, non può escludersi debba venir inesorabilmente confermata dalla più che lapalissiana realtà dei fatti (che non sono certamente ed unicamente questi!).

    Roger Mazzoncini

  5. ggiovannetti Says:

    Caro Roger Mazzoncini, Pino Neri ha subito il trapianto del cuore ed è in dialisi. Dunque, piaccia o meno, gli arresti domiciliari erano un atto più che dovuto.

  6. Anonimo Says:

    la donna offesa umiliata ,insultata ,perseguita ,con imbrattamento di sterco di mucca sulla porta vasi zanzariera ed altro….e chiamata con frase volgari e scurrili ,oltre a ricevere visite dei vigili urbani ogni 15 giorni,solo x che poi ho messo una lampada crepuscolare ed una telecamera dei cinesi falsa ,non riprendeva nessuno ,sono stata denunciata x abuso edilizio ed altro,per 4 anni ho passato l’inferno fiorella tassini

  7. roger mazzoncini Says:

    Devo ammettere di buon grado di non essere mai addivenuto al corrente delle effettive condizioni patologiche di Giuseppe Neri. Dunque non mi resta altro da dover fare se non, quantomeno al suo riguardo, ritrattare quanto da me medesimo volutosi affermare poco sopra.
    Spero che, altrettanto, possa valere per la veridicità delle sofferenze di ordine diabetologico del Chiriaco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: