La Charrette

by

Arsenale creativo. Si va per continuare
di Associazione Arsenale creativo, Pavia

Venerdì 21 Ottobre alle ore 18 al Palazzo Broletto di Pavia un incontro pubblico a cui parteciperanno: Moreno Baccichet, professore di Urbanistica all’Università IUAV di Venezia; Flavio Antonio Ceravolo, professore di Sociologia e ricerca sociale all’Università di Pavia; Giulio Ernesti, professore di Teorie dell’urbanistica all’Università IUAV di Venezia; Angelo Gualandi, Assessore all’Urbanistica del Comune di Pavia; Raffaella Neri, professoressa di Composizione architettonica e urbana al Politecnico di Milano.

Da circa 3 anni un nutrito gruppo di cittadini di Pavia costituitosi nell’Associazione “Arsenale Creativo” (coltiva la grande opportunità e grande bellezza che l’Arsenale di Pavia diventi un bene comune per tutti i cittadini e tutta la città.
Sono 140.000 mq. composti da bellissimi edifici storici ancora in buono stato, aree verdi di prestigio, cortili, uffici e sale riunioni, mense, capannoni, porticciolo, ecc., in un’area che degrada sul nostro bel Ticino ed è a due passi dall’autostrada. Lo scorso anno oltre 3.000 pavesi hanno potuto visitare l’ Arsenale e ne abbiamo raccolti i commenti entusiasti. Inoltre sono stati coinvolti direttamente circa 400 cittadini che hanno collaborato in varie forme alla “progettazione partecipata” per il riuso dell’ area, elaborando collettivamente oltre 40 idee progettuali tra loro integrate, per un nuovo spazio urbano concepito come multiplo, complementare e sostenibile. Insediamenti produttivi innovati, spazi culturali ed espositivi, bar, ristoranti e sale prove, co-housing per anziani e giovani, piste ciclabili e palestre, aree gioco attrezzate e negozi di qualità, sedi condivise per le associazioni, un moderno polo scolastico dalle materne alle superiori, ecc. A sostegno di questo processo di partecipazione civica ed intelligenza collettiva si sono tenuti oltre 20 incontri pubblici con esperti e relatori di grande valore e competenza, come Marianella Sclavi, una delle maggiori esperte in Europa di risanamento urbano, il sociologo americano John Forester, Il vice-presidente CONI Giorgio Scarso, il filosofo Salvatore Veca, Il Vescovo Sanguineti, l’ex ministro Fabrizio Barca, ecc.. L’esperienza pavese di progettazione partecipata ha giustamente richiamato l’attenzione anche fuori dai nostri confini, generando studi e collaborazioni da parte dell’Università di Venezia e di Palermo, del Politecnico di Milano, del Comune piemontese di Chieri, della Ong SERMIG di Torino che gestisce l’ Arsenale della Pace.
Attualmente l’ area dell’ex Arsenale è passata sotto le competenze del Demanio che sta procedendo – con un certo ritardo – all’analisi dei terreni, alla definizione dei vincoli della Sovraintendenza e alla valutazione economico-finanziaria per definire l’Accordo di Programma tra Demanio e Comune (che noi auspichiamo e sollecitiamo preveda che almeno 1/3 dell’area sia destinata a realizzare le proposte dei cittadini e del terzo settore).
Si attende inoltre che il Demanio convochi – come previsto dalla normativa – tutti i soggetti che hanno formalizzato la loro “Manifestazione di interesse” sull’area, tra cui anche “Arsenale Creativo” che ha presentato tutte le proposte emerse dalla progettazione partecipata tra i cittadini pavesi.
Nel frattempo la Parrocchia di S. Mauro ha acquistato il piccolo chiostro di San Salvatore, luogo di grande valore storico e integrato nell’area dell’ Arsenale ed il Comune ha siglato un accordo con MiBACT, Demanio e Regione Lombardia per destinare una porzione del vasto complesso a Polo archivistico. Un accordo utile ad avviare il progetto di riuso ma che – come ha evidenziato lo stesso Ministro Franceschini – non può certamente esaurire le possibilità/potenzialità dell’area, che rimane interessante per i cittadini soprattutto in riferimento alle proposte emerse nella progettazione partecipata, che intendono fare dell’Arsenale un luogo vivo, multiplo e dinamico.
A supporto di tali proposte è stata anche studiata una formula giuridica (la Fondazione di Partecipazione) che potrebbe essere lo strumento operativo attraverso cui le Associazioni e cittadini interessati potranno farsi carico del reperimento dei fondi e della gestione delle attività.
Per proseguire e valorizzare ulteriormente il ruolo dei cittadini nel progetto di riuso è stato fissato un nuovo appuntamento di lavoro collettivo denominato CHARETTE che si terrà il 4 e 5 Novembre alla Fondazione Clerici di Pavia, con il patrocinio del CSV, del Comune di Pavia ed il sostegno di Fondazione Cariplo.
La Charrette è una ulteriore pratica di progettazione partecipata – già sperimentata in molte città europee – che stimola le capacità di prefigurazione dello spazio di vita di cui ogni cittadino dispone. Si tratterà in sintesi – attraverso lavori di gruppo con tecnici facilitatori e momenti di convivialità – di tradurre negli spazi dell’ Arsenale le idee di riutilizzo già emerse, considerando i vincoli strutturali e normativi, le connessioni tra le diverse destinazioni degli spazi e valorizzando intelligenza, cultura e creatività di tutti i partecipanti. L’esito del lavoro sarà un documento finale che illustrerà, anche visivamente, l’utilizzo sociale dei vari spazi dell’Arsenale.
La Charrette sarà anche l’occasione per ribadire al Comune di Pavia due richieste semplici e precise: 1) Convocare un Consiglio Comunale Aperto sul tema del riuso dell’ Arsenale; 2) Istituire una Cabina di Regia composta da Istituzioni, Associazioni ed enti interessati che segua in itinere lo svolgersi della vicenda.

Per ulteriori info vedasi : http://arsenalecreativopavia.altervista.org/ https://www.facebook.com/arsenalecreativopavia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: