Una casa a chi non ce l’ha

by

di Insieme per Pavia

Lottizzazione abusiva di Punta Est: «Ora se, mediante confisca, le unità abitative entrano a far parte del patrimonio del Comune, ci auguriamo che il Sindaco De Paoli provveda immediatamente a farle completare e ad assegnarle a canone sociale alle moltissime famiglie che sono in lista di attesa di ricevere un’abitazione».

Con la recente sentenza della Corte di Cassazione che ha confermato la confisca delle oltre 70 unità abitative della società Punta Est si è definitivamente conclusa una vicenda iniziata nel 2011.
In quella zona della città il PRG prevedeva la realizzazione di residenze e servizi per studenti e professori per le quali era stato presentato un progetto. Successivamente il terreno ed il progetto venivano acquistati dalla società Punta Est che presentava un nuovo progetto per la costruzione di oltre 70 appartamenti di edilizia privata da vendere sul libero mercato in contrasto con la destinazione urbanistica prevista dal PRG. L’autorizzazione veniva concessa grazie all’impegno del dirigente del settore ambiente e territorio nonostante il parere contrario non solo della funzionaria che aveva istruito la pratica ma anche del legale a cui si era rivolta l’amministrazione comunale. Infatti l’autorizzazione a costruire avrebbe configurato una lottizzazione abusiva.
La costruzione degli appartamenti iniziò e la vendita sarebbe avvenuta se non ci fosse stata la decisa opposizione di “Insieme per Pavia” sia in Consiglio Comunale prima con il consigliere Ferloni e successivamente con Veltri che in città sollevarono la questione in più occasioni. Le denunce politiche venivano sistematicamente ignorate sia dalla maggioranza (Giunta Cattaneo) che dal maggior partito di opposizione (PD) il quale anzi sosteneva che sarebbe stato sufficiente pagare la differenza degli oneri di urbanizzazione tra quelli previsti per la realizzazione di servizi e quelli dovuti per l’edilizia privata.
Allora abbiamo deciso di presentare un esposto alla Magistratura preparato dal compianto Avv. Franco Maurici. In questa battaglia siamo restati da soli e ne abbiamo pagato le conseguenze.
Siamo stati accusati di mettere sul lastrico 50 operai con le rispettive famiglie, di affossare l’edilizia in città, siamo persino stati additati come i responsabili della crisi economica di Pavia. Non si sono limitati alle accuse verbali ma siamo stati oggetto di atti vandalici: la vetrata della sede in Via Ferrini 8 danneggiata a colpi di mazza, le croci nere sulla porta dello studio di Maurici, l’incendio del deposito di libri nei locali della casa di Giovanni Giovannetti e quello della macchina di Veltri. Nel caso di quei due incendi i consiglieri sia di maggioranza che di minoranza non hanno neanche ritenuto opportuno esprimere solidarietà in sede ufficiale.
Per fortuna gli autori di minacce e vandalismi si sono limitati a procurarci danni materiali, perché dopo qualche tempo da intercettazioni telefoniche abbiamo appreso che per fermarci ipotizzavano tra di loro addirittura di farci fuori fisicamente.
Oggi constatiamo con viva soddisfazione che la sentenza della Cassazione ha confermato che avevamo ragione quando sostenevamo che la città sarebbe stata danneggiata da una lottizzazione abusiva avallata dall’autorizzazione del dirigente.
Ora se, mediante confisca, le unità abitative entrano a far parte del patrimonio del Comune, ci auguriamo che il Sindaco De Paoli provveda immediatamente a farle completare e ad assegnarle a canone sociale alle moltissime famiglie che sono in lista di attesa di ricevere un’abitazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: