Altri soldi all’indagato

by

La Provincia di Pavia e il suo presidente Vittorio Poma elargiscono altri 300mila euro all’Eucentre «guidato dall’ingegner Calvi […] per tenere costantemente monitorato lo stato di salute di tutti i ponti del territorio». Speriamo sia solo omonimia, poiché un tale Gian Michele Calvi, ingegnere, fautore di Eucentre, risulta attualmente indagato per falso e truffa aggravata (artt. 479 e 640 cpp.) proprio a seguito dei lavori per «somma urgenza» al ponte della Becca o della mucca (da mungere) in anni che vanno dal 2010 (amministrazione Poma; sì, lo stesso Poma) al 2013 (amministrazione Bosone); interventi costati sino ad ora più di 8 milioni di euro in pubblico denaro, senza peraltro risolvere il problema. (G. G.)

Ponti sicuri, 300mila euro a Eucentre
di Stefania Prato *

Convenzione tra la Provincia e il centro ricerche guidato dall’ingegner Calvi: circa 300 le strutture che saranno monitorate.

Una convenzione tra Provincia ed Eucentre per tenere costantemente monitorato lo stato di salute di tutti i ponti del territorio. Una spesa di 300mila euro per il controllo di 300 infrastrutture: 6 i ponti che hanno una lunghezza compresa tra gli 800 e i 1.200 metri, 164 quelli con una lunghezza tra i 20 e i 350 metri e 130 le infrastrutture di dimensioni più piccole, quelle che al massimo raggiungono i 20 metri. Strutture su corsi d’acqua importanti come Po, Ticino, Sesia, Agogna, Terdoppio, Olona e su torrenti come Versa, Staffora, Coppa. Che verranno tenute sotto controllo dai tecnici di Eucentre, di cui è fondatore Gian Michele Calvi, che si occupa di ricerca nel campo della riduzione del rischio, soprattutto sismico. Ed è proprio per prevenire eventuali rischi naturali che il presidente della Provincia Vittorio Poma ha deciso di stanziare risorse per un monitoraggio di 6 mesi. Analisi che serviranno a costruire una banca dati utile per conoscere le criticità, stilare l’elenco delle priorità e chiedere risorse. Studi approfonditi sulla capacità portante, sullo stato di degrado e sulla situazione di eventuale pericolo legata a ciascun ponte. «Dati strumentali per realizzare progetti mirati ed interventi specifici, su basi razionali fondate». Perché la maggior parte di questi ponti è stata costruita a metà del secolo scorso e ora «necessita di consistenti lavori di manutenzione per evitare il pericolo di collassi strutturali». A scattare la fotografia delle condizioni di salute delle infrastrutture provinciali sarà quindi Eucentre. A cui spetterà il compito di «verificare i materiali di costruzione, capire quali siano i massimi livelli di peso sopportabili e quale la consistenza strutturale». «Una ricerca sistematica anche per comprendere l’origine di alcune problematiche – chiarisce il presidente -. Il territorio provinciale accoglie una rete capillare ed estesa di opere infrastrutturali che negli anni avrebbe richiesto trasferimenti destinati alla manutenzione ordinaria e straordinaria di gran lunga superiori a quelli effettivamente previsti nei bilanci. Quarant’anni di progressive riduzioni delle risorse destinate alla manutenzione, il naturale invecchiamento di strutture che oggi hanno certamente superato il periodo di vita utile, il trasferimento della maggior parte del patrimonio Anas alla Provincia hanno portato ad una situazione di potenziale prossimo collasso». Eppure tutti questi ponti, anche quelli più piccoli, «hanno assunto una sempre più forte valenza strategica per il sistema socio-economico territoriale e la loro chiusura sarebbe insostenibile». Insomma, dice Poma, «ci sono valutazioni che non si possono più differire, anche per predisporre piani di intervento sulla base di priorità fondate e delle risorse disponibili». «Si è dato vita ad un accordo innovativo, perché sottoscritto tra due soggetti pubblici – sottolinea il presidente. L’ultimi rilievi effettuati dall’ufficio tecnico della Provincia aveva rilevato numerose criticità e per alcuni ponti si è riscontrato un significativo peggioramento. Da qui la necessità di interventi di messa in sicurezza».

* “La Provincia Pavese”, 30 dicembre 2016

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: