Siamo tutti vigevanesi

by

di Giovanni Giovannetti

Nei suoi anni al servizio di Ludovico il Moro, notoriamente Leonardo da Vinci ha avuto modo di frequentare Vigevano (residenza estiva della Corte sforzesca) e Pavia, sede dell’unica Università del Ducato e dorata “prigione” per il giovane Gian Galeazzo Sforza (il vero duca) e l’ancor più giovane moglie Isabella d’Aragona.
Nel maggio 2019 cadranno i cinquecento anni dalla morte, ad Amboise in Francia, dell’italiano più famoso al mondo. Un anniversario che verrà ricordato ovunque ma non a Pavia, dove si tace su tutto, anche sul meglio.
Allora, cari pavesi, non resta che migrare nella “ducale” Vigevano, là dove non hanno perso l’occasione, calendarizzando un nutrito ciclo di iniziative, inaugurate dalla presentazione del volume I luoghi di Leonardo: Milano, Vigevano e la Francia (sono gli atti dell’ottimo convegno vigevanese del 2014 su Leonardo).
Salutato il primo appuntamento, in pavesi possono ora appuntarsi il secondo: venerdì 5 ottobre, alle ore 18, con Stefano Zuffi che interviene su Gli animali in Leonardo: ritratti, simboli, misteri. Di venerdì in venerdì, il 12 ottobre Simone Ferrari parla del mito di Leonardo, dalla Gioconda alle ultime novità; infine, il 9 novembre l’affondo di Marco Versiero sulla simbologia politica sforzesca.
Meditate, pavesi, meditate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: