I colori della paura

by

di Giovanni Giovannetti

Nell’Italia gialloverde il partito della paura quotidianamente reitera il messaggio che gli immigrati ora (come gli zingari allora) sono tutti sporchi brutti e soprattutto cattivi. Stona quindi ai timonieri united color che si contino modelli di accoglienza virtuosa, come in quei paesi della Calabria (più d’uno) che, prendendo a modello Riace, danno in comodato d’uso ai migranti le case abbandonate da chi nel tempo è migrato, salvando così un patrimonio abitativo avviato al decadimento e contemporaneamente ravvivando la vita sociale di questi paesi abitati ormai da pochi vecchi e che, proprio grazie ai migranti, stanno progressivamente rifiorendo.
Il sindaco-capofila di Riace Domenico Lucano è stato arrestato per un reato che nell’ordinamento italiano ancora non esiste: il reato di umanità.
Tendendo evangelicamente una mano agli ultimi, Lucano non ha derogato alle regole per favorire gli illeciti guadagni della criminalità fondiaria, come è di norma in questo ammalorato Paese; né ha favorito enormi profitti da parte di società private nella malagestione della rete autostradale, come è emerso dopo il crollo di un ponte (l’ultimo caso, il più drammatico, di mancata manutenzione); e tanto meno ha privatizzato milioni e milioni in pubblico denaro, come ha fatto (in buna compagnia) il partito di cui è segretario l’attuale ministro dell’Interno. No, costruendo ponti e restando umano, Lucano ha semplicemente reso virtuoso ciò che il ministro della paura vorrebbe oneroso, dando così fastidio, perché la paura e le relative rendite elettorali si alimentano costruendo problemi (al più percepiti) e non risolvendoli. Se questo è il clima oggi nel Paese, orrendo, allora, come ha detto Beppe Fiorello, «arrestateci tutti».

Annunci

Una Risposta to “I colori della paura”

  1. Roberto Vernero Says:

    Qui sotto il link un video dedicato ai tanti, tantissimi sostenitori/ elettori della Lega di Salvini, quelli del “Prima gli Italiani” che li accomuna ai simpatizzanti di Forza Nuova, di Casa Pound e di Fratelli d’Italia.
    Siete tanti, tantissimi, in prospettiva sembra addirittura la maggioranza senza nemmeno la stampella di M5S. Perché quello si sono rivelati gli eletti grillini, una stampella in Parlamento dell’estrema destra guidata da Salvini.
    Siete al Nord, al Centro e pure nel Sud Italia, tra i cosiddetti “terroni”! Parrebbe incredibile ma come sentirete nel video non è affato così: i “negri” sembra siano riusciti nell’impresa che non era riuscita nemmeno a Cavour: quello di fare gli Italiani dopo aver fatto l’Italia!
    Però visto che anch’io e tantissimi altri non la pensiamo certo come voi e siamo comunque Italiani (perché quella è la nazionalità scritta sulle sulle nostre carte d’identità, anche quando abbiamo un colore della pelle diverso), allora penso si possa al massimo dire che il vostro è il popolo a cui piace “capitan spaventa”. Così lo chiamate voi, “capitano”; a me pare invece più adatto il titolo di “ministro della paura”…

    Statemi tutti bbene, soprattutto voi che votate il capitano dal Sud 😜
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/22/quando-i-neri-erano-i-meridionali-ovvero-lultimo-e-il-piu-terrone-di-tutti-il-video-virale-di-this-is-racism/4711026/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: