Posts Tagged ‘Pierangelo Monni’

Vota bene, ma vota!

23 Maggio 2014

di Pierangelo Monni*

Questa lettera di Pierangelo Monni offre alcune piccole riflessioni su elezioni, doppio turno, voto utile, voto disgiunto.

Dato il doppio turno, l’importante è togliere voti a Cattaneo. Perciò va da sè che è assolutamente da evitare l’astensione.
Credo che siamo tutti d’accordo nel dire che Depaoli non possa vincere al primo turno, ma che possa giocare le proprie buone carte al ballottaggio, e per questo lavoriamo tutti quanti.
Il partito che, se riesce, andrà al ballottaggio contro Cattaneo, è il Pd. Ma, se ci riuscirà, sarà anche grazie ai voti per altre liste di opposizione (cioè noi): tutti i voti per Insieme per Pavia sono voti utili contro Cattaneo e aiutano Depaoli ad andare al ballottaggio.

Esempio pratico:
Cattaneo prende il 55%, Depaoli 35%, Insieme per Pavia 10% –> Cattaneo vince al primo turno;
Cattaneo prende il 55%, Depaoli 45%, Insieme per Pavia   0% –> Cattaneo vince al primo turno lo stesso;
Cattaneo prende il 45%, Depaoli 45%, Insieme per Pavia 10% –> Cattaneo e Depaoli vanno al ballottaggio, Insieme per Pavia ottiene alcuni consiglieri.

Fermo restando questo punto, coloro che si sentono pienamente rappresentati dal Pd, voteranno Pd anche al primo turno, in modo da avere Depaoli sindaco e molti consiglieri del Pd. Coloro che invece ritengono utile avere altri consiglieri che dall’esterno “aiutino” il Pd a essere più determinato e convincente di quanto non sia stato finora nel contrasto all’attuale sindaco, voteranno al primo turno altre liste di opposizione (cioè noi) senza timore di portare acqua al mulino della parte avversa.
Il voto disgiunto invece non aiuta nessuno. Perché Insieme per Pavia possa avere dei consiglieri servono anche i voti alla lista, che si danno votando il suo candidato sindaco Walter Veltri. Infatti, se la lista non ottiene consiglieri, i suoi candidati possono avere personalmente anche molti voti di preferenza ma ciò non servirà a nulla.
Questo aspetto è ancora più critico rispetto alle scorse elezioni, poiché siamo una lista piccola ed è stato diminuito il numero di consiglieri: per ogni consigliere ci vogliono più voti di prima, e voti alla lista.

Per approfondire ulteriormente:

Blog: https://sconfinamento.wordpress.com/

Libri: Comprati e venduti e Sprofondo Nord di G. Giovannetti, edizioni Effigie (alla CLU in corso carlo Alberto ed in altre librerie pavesi)

* lista civica Insieme per Pavia

E allora mi candido con Insieme per Pavia – 3

10 Maggio 2014

Credibilità
di Pierangelo Monni

Mi chiamo Pierangelo Monni, di mestiere faccio l’ingegnere elettrico, lavoro in una ditta che produce macchine utensili. Abito a Pavia da 9 anni e con il passare del tempo l’idea di partecipare attivamente alla vita politica della città è diventata in me sempre più forte, fino a trasformarsi in una vera e propria urgenza.
Per capire da dove deriva questa urgenza, vi racconto un breve aneddoto. Un po’ di tempo fa mi capitò di assistere allo spettacolo “Mafie in pentola”. Lo spettacolo parlava di Libera, l’associazione che coltiva le terre confiscate alle mafie, presentandone i prodotti. Io ero seduto verso il fondo, ma potevo comunque apprezzare la rappresentazione, ben fatta ed interessante.
Unica trascurabile nota stonata erano tre rumorosi spettatori seduti subito affianco a me. Dopo lo spettacolo, davanti ad una pizza, ebbi modo di conversare con l’attrice Tiziana Di Masi. Tra le altre cose, disse che spesso la criminalità organizzata mandava qualche picciotto a seguire le repliche. Sentendo queste parole, fu inevitabile ripensare ai tre fastidiosi vicini di posto: a come se ne fossero andati in gran fretta all’accensione delle luci, al loro fare il verso alle parole dell’attrice, al forte accento meridionale, alle facce brutte, al punto di sembrare quelle di tre caratteristi usciti da un film. Incredibile. Tre picciotti. Veri, autentici, originali, accomodati affianco a me. Ma non a Palermo, o a Caltanissetta: qui, a Pavia, nell’aula 400 dell’Università. Era il 25 Maggio del 2012.
Non stiamo parlando del commissario Cattani de “La Piovra”, lo sceneggiato televisivo. E non si tratta neanche di una notizia del telegiornale che ci riporta fatti accaduti a 1000 km di distanza. Stiamo parlando della nostra città. Dopo pochi mesi, arrivarono purtroppo a conferma altri fatti di cronaca, di cui probabilmente anche voi avrete letto sul giornale locale: il 14 e il 17 Novembre 2012 delle croci nere furono dipinte sul portone dello studio dell’avvocato Maurici; il 14 dicembre ci fu l’incendio doloso dell’auto del nostro candidato sindaco Walter Veltri; la notte tra il 30 e il 31 dicembre 2012 fu appiccato un incendio a casa di Giovanni Giovannetti, dopo che già si era verificata una effrazione durante la quale ignoti si erano limitati a staccare i quadri dalle pareti e poggiarli per terra. Quattro episodi di intimidazione rivolti a tre esponenti di Insieme per Pavia. E non di altri partiti. Tre esponenti che si sono opposti (legalmente e politicamente) a diverse operazioni immobiliari irregolari, a tutt’oggi oggetto di indagini da parte dell’autorità giudiziaria. (more…)