Venditori di perline a Borgarello

Ci risiamo. Eccoli tornare i venditori di perline che, giocando con le parole, a Borgarello insistono minacciosi sul progetto di nuovo centro commerciale (imbellettato a parco commerciale) ad abuso e consumo di chi manovra certi imprenditori bergamaschi squattrinati e taluni pennivendoli schierati. Minacciosi poiché, lo leggiamo sul quotidiano locale in un ben strano articolo, il Comune «in caso di un nuovo diniego, rischia un risarcimento da 19 milioni di euro (la causa è già iniziata)». L’articolo prosegue, millantando non più 70 ma 700 nuovi posti di lavoro in un tracimante dispiego di vocaboli altisonanti: edutainmment… core business... e altre bischerate da imbonitori venuti a metterlo in culo ai pavesi.
Su una cosa concordiamo: effettivamente questa devastante iperspeculazione rappresenta «una sfida fondamentale per l’economica e l’ambiente». Ben detto. (G. G.)

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: