Il vizietto

by
di Mattia Laconca

Che il Partito democratico fosse una barzelletta peraltro venuta male già lo sapevamo. Che la "sinistra", quella che si definisce "radicale", arrivi sotto elezioni a bussare col fiatone alla sede di Massimo D’Alema in arte Pierluigi Bersani, lo vediamo ogni anno, fatti salvi i tentativi ancor più ridicoli di accaparrare due-tre poltrone (falliti!) con pseudo-federazioni, arcobaleni, nani, ballerine e chi più ne ha più ne metta.
A meno di due mesi dalle elezioni regionali di marzo, è bene fare di conto. E rendere pubblico quello che su molti quotidiani non esce neanche di striscio. La notizia che segue è adatta a "La Padania", "Il Giornale", "Libero" ed altre porcherie editoriali: probabilmente ne hanno parlato, ammetto che non sfoglio nè acquisto simili insulti cartacei.
Lo scorso sabato 16 gennaio a Roma, in via degli Angeli, quartier Tor Pignattara e Sesto Municipio della Capitale, è stato sgomberato l’ennesimo campo nomadi. L’ennesimo nei mesi più freddi, per accanimento e delizia degli amministratori. Sarebbe da chiedere cosa ne pensano i colleghi di partito di Pavia, i quali tenevano proprio a lasciare la loro dichiarazione di «totale disaccordo con lo sgombero dei Rom della Giunta Cattaneo nei mesi invernali»a stampa e televisione per poi fuggire rapidamente, in una freddissima mattina di dicembre con almeno 15 centimetri di una neve.
La decisione dell’uso della forza è arrivata sotto pressione di associazioni, singole e singoli cittadine e cittadini che hanno convinto il giovanissimo Presidente del Sesto Municipio, Giammarco Palmieri, 35 anni, militante di lungo corso del Partito Diversamente di Sinistra (Pds) impegnato nell’ "associazionismo ambientale" (già responsabile nazionale di Sinistra ecologista) a muoversi manu militari.
Da qualche giorno, nelle adiacenze di via degli Angeli e un po’ ovunque nel quartiere si possono trovare trionfanti e pomposi manifesti scritti in caratteri cubitali rossi orgogliosamente targati "Pd". Si festeggia così insieme alla popolazione italica «lo sgombero del campo nomadi» ed il prossimo, attesissimo e grandioso «rifacimento della pavimentazione davanti alla parrocchia San Giuseppe Cafasso».
Il Pd non dimentica i suoi elettori e le sue elettrìci. E magari con l’occasione riesce anche a strappare qualche decina di voti ai compagni di giochi del Pdl. Tutto ciò mentre l’ala sinistra della P2 (Diliberto) insieme al resto della "Federazione di Sinistra" corre dietro al sempiterno amico "(S)CIP-6" Bersani. Suicidio violento ma fortemente cercato e voluto. Pazientate di riscontrarlo ancora un mese e mezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: